ITALIA

LAZIO

ROMA

CIVITA DI BAGNOREGIO

GAETA, SPERLONGA E PONZA IN 3 GIORNI

ROMA

ROMA

Ecco qui la nostra bella capitale con origine antichissime testimoniate dalle più importanti attrazioni turistiche, cimeli della storia culturale, architettonica e artistica; città più popolosa d’Italia e terza in Europa.

Come non menzionare tra le tipiche cose da vedere Il Colosseo, il Foro Romano, il Palatino (visitabili tutti con lo stesso biglietto al prezzo di 16/18 euro più 2 euro di prenotazione con Coopculture, comunque con altri siti il prezzo si aggira sempre tra le 18/24 euro), il primo originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio è il più grande anfiteatro romano del mondo, il secondo è un’area archeologica di Roma racchiusa tra il Palatino, il Campidoglio, Via dei Fori Imperiali e il Colosseo, costituita dalla stratificazione dei resti degli edifici e monumenti dell’antica Roma, mentre Il Palatino oggi parte del Parco archeologico del Colosseo nonché sede dei più antichi insediamenti della città.
La visita della capitale deve proseguire con il Circo Massimo, antico circo romano per gli spettacoli, Il Giardino degli Aranci da cui si gode una meravigliosa vista della città infatti termina con un enorme terrazza, poco vicino Il Buco della Serratura che incornicia una spettacolare vista di San Pietro. Si può proseguire con I Musei Capitolini (costo 15 euro).
Tra le varie cose da visitare ci sono: la Bocca della Verità , un antico mascherone in marmo, murato nella parete della chiesa di Santa Maria in Cosmedin, l’Altare della Patria che è una delle cose che mi piacciono di più di Roma ovvero Il Monumento nazionale a Vittorio Emanuele II in Piazza Venezia (che a volte apre i suoi cancelli e permette gratuitamente di salire sulla prima terrazza che si affaccia su Roma), a seguire il Pantheon fatto costruire da Marco Vipsanio Agrippa, genero di Augusto come tempio dedicato a tutte le divinità, la cui entrata è gratuita ma c’è la prenotazione obbligatoria nel weekend. Proseguendo si deve visitare Piazza Navona, la mia preferita con la forma tipica di un antico stadio in stile barocco voluta da papa Innocenzo X.
Tra le cose più famose della città abbiamo anche la Fontana di Trevi iniziata nel 19 a.c. e finita nel Rinascimento, che come aneddoto, il nome di Trevi deriva da Tre Vie dato che la fontana era il punto d’incontro di tre strade. Poi la bella Piazza di Spagna con la sua scalinata di Trinità dei Monti, per collegarla alla Chiesa della Trinità dei Monti. La fontana che si trova al centro chiamata della Barcaccia ha la forma di una barca e vi troviamo incisi gli emblemi della famiglia Bernini. È possibile raggiungere Piazza di Spagna passando per la famosa via dello shopping ovvero Via dei Condotti. Piazza del Popolo vicino alla porta settentrionale della città, si trova vicino a Via Flaminia e, ai tempi dell’Impero, era l’ingresso di Roma. Al centro della piazza si trova l’obelisco egizio di 24 metri dedicato a Ramses II e poco oltre le chiese di Santa Maria dei Miracoli e Santa Maria in Montesanto, due templi apparentemente identici ma in realtà differenti. Sopra questa piazza si erge il meraviglioso Pincio, un giardino pubblico le cui scale iniziano proprio da questa piazza e portano in cima al parco da cui poi c’è una vista meravigliosa sulla piazza e sulla città. Un altro bellissimo parco cittadino è Villa Borghese dove sorge il Tempio di Esculapio davanti al laghetto. Per entrare nella parte del museo che ospita la galleria si paga un biglietto di 13 euro.
Tutta questa parte descritta di Roma può essere fatta a piedi. Poi in questo caso potete prendere la metro per spostarvi verso la basilica di San Pietro e Castel Sant’Angelo.
La basilica di San Pietro è la basilica cattolica della Città del Vaticano, simbolo dello Stato del Vaticano dove il Papa celebra le liturgie più rilevanti. Fuori c’è un colonnato che ha una particolarità: provate a fermarvi sulla piccola mattonella situata vicino all’obelisco al centro di Piazza San Pietro e guardatevi intorno… Le 4 file di colonne improvvisamente diventeranno una.
L’ingresso alla basilica è gratuito.
La cupola raggiunge i 136 metri d’altezza e venne progettata da Michelangelo vi consiglio vivamente di salirci perché si può vedere tutta la piazza e quando è molto limpido anche la parte circostante di Roma.
Salire sulla cupola costa 8 euro e comprende l’ascensore fino al terrazzo e si prosegue a piedi (320 gradini), Tutta la salita a piedi (551 gradini) invece viene 6€.
la visita guidata al Vaticano invece viene 47 euro.
Da non dimenticare la Cappella Sistina dove tutti gli affreschi del soffitto sono opera di Michelangelo Buonarroti, che impiegò quattro anni per dipingere la volta. Il prezzo di entrata è di 17 euro acquistabile sul sito dei Musei Vaticani.
Castel Sant’Angelo, detto anche Mausoleo di Adriano (sepolcro per l’imperatore Adriano e la sua famiglia) si trova a poca distanza dal Vaticano. Divenne poi un carcere per poi diventare a sua volta museo il cui costo è di € 15,00 intero. Al suo interno si possono vedere: il Mausoleo di Adriano, il Cortile dell’Angelo, la Sala della Giustizia, la Sala di Apollo, il giretto scoperto e la terrazza dell’Angelo.

CURIOSITÀ

– A proposito della Fontana di Trevi… sapevi che è una macchina fabbrica soldi? Quasi ogni visitatore getta nella Fontana di Trevi almeno tre monete. Alla fine di ogni giornata vengono raccolti in media circa 3000 €, per un totale di 1,4 milioni di euro all’anno, che il comune dona in beneficenza.

– Sapevi che a Roma ci sono più fontane che in qualsiasi altra città del mondo? Roma detiene una serie di record imbattibili: oltre ai monumenti storici, la città ha più di 2.000 fontane di varie forme e dimensioni

COME SPOSTARSI: una volta arrivati in centro e se avete voglia di camminare Roma può essere visitata benissimo a piedi con delle scarpe comode. Altrimenti si può utilizzare la metro al costo di 1,50 euro a tratta, o 7 euro con durata 24 ore. La metro nel weekend rimane aperta fino alle 1.30 di notte ma attenzione a dove la prendete e cercate di non muovervi da soli… non si sa mai.

DOVE DORMIRE: posto sicuramente imperdibile è il DoubleTree by Hilton Rome Monti, un hotel a 7 minuti a piedi dalla stazione Termini quindi super centrale e comodo per visitare la città qualsiasi sia il mezzo con il quale vi vogliate spostare. L’hotel è in stile urban, immerso nel verde delle grandi piante, offre un’ abbondante colazione a buffet servita direttamente nella sala del Ristorante Mamalia, oltre alla possibilità di accedere alla caffetteria con affaccio su piazza dell’Esquilino: il Mit Food & Coffee Brewery. Quando arriverete vi serviranno un buonissimo biscotto al cioccolato fatto da loro, il Cookie di Hilton.
Le camere sono molto belle con bagni spaziosi, pulite, molto curate e dal design attraente.
L’hotel ha il vantaggio anche di avere una terrazza panoramica su Roma, più precisamente con vista sulla Basilica Papale di Santa Maria Maggiore. Il Mùn – rooftop Cocktail Bar all’ottavo piano fa aperitivo dalle ore 18 in poi, con cocktails studiati e contemporanei fatti dai loro Bartenders e tapas buonissime per accompagnare il tutto: l’atmosfera è davvero romantica quindi ne vale assolutamente la pena. Segue la cena dalle ore 20 e dopocena fino alle ore 24. È accessibile anche a persone esterne all’hotel però ovviamente bisogna prenotare. Vi lascio il link del sito web per togliervi qualsiasi curiosità www.hiltonhotels.it/italia/doubletree-by-hilton-rome-monti/

L’hotel da la possibilità di prenotare anche il pacchetto Sweet Winter , aggiungendo oltre al soggiorno, una vera e propria experience con la guida Silvia Prosperi www.afriendinrome.it. che prevede un tour nel quartiere di San Lorenzo: non si tratta della tipica Roma conosciuta da qualsiasi turista, ma comunque un quartiere storico e vibrante, meno frequentato, ma davvero pieno di storia, curiosità e spot da vedere. Il tour parte dalla Basilica di San Lorenzo, per poi proseguire in centro tra i vari murales e vicoli più significativi, toccati da violenze, fascismo e bombardamenti. Il giro finisce in una delle cioccolaterie più famose e antiche della capitale, Said.

DOVE MANGIARE: Per la movida, per le cene o per il dopocena sicuramente conviene dirigersi verso Trastevere dove c’è un po’ più di movimento: Tonnarello, Sora Lella, Roma Sparita sono dei posti molto famosi. D’estate, per ballare anche un po’, è molto frequentato Teatro India.
Altra zona piena di locali carini è Prati o a Piazza Navona dove posso menzionare Bar del Fico e Camillo.
Per un altro aperitivo con vista oltre il Mùn – Rooftop cocktail Bar si può prendere in considerazione la Terrazza della Rinascente a Piazza di Spagna, o per un aperitivo estivo un po’ alternativo è il The Sanctuary per un’atmosfera un po’ esotica e paradisiaca.

PARCO DIVERTIMENTI: avete voglia di urlare un po’ sulle giostre? Ad un’ora di strada da Roma si trova Magicland, un piccolo parco divertimenti con tutto il necessario per passare una giornata nel divertimento. Prezzo di entrata 37 euro con possibilità di prendere anche il tipico pacchetto Hotel + Parco. Tutte le info su www.magicland.it oppure si può acquistare anche tramite cofanetto di Smartbox.
Sinceramente però, credo siano più divertenti altri parchi come Mirabilandia e Gardaland perché sono più grandi e ovviamente hanno più scelta. Però per chi volesse fare una giornata alternativa nei pressi di Roma diciamo che è un’ottima soluzione.

CIVITA DI BAGNOREGIO

Con soli 11 abitanti, Civita di Bagnoregio di origini etrusche e medioevali è famosa per essere stata definita “La città che muore” dallo scrittore Bonaventura Tecchi. I parcheggi, a pagamento, sono ovviamente nella parte più nuova della città poi o ci si sposta con una camminata di 15 minuti o attraverso l’apposito servizio di trasporto navetta per il Belvedere. Vi lascerenno prima del ponte, l’accesso è consentito dalle 8 alle 20 e dovrete acquistare il biglietto di 5 euro a persona per visitare il borgo. La visita non durerà moltissimo perché si tratta di poche case e un paio di viuzze ma davvero tutto suggestivo, poi ci sono ristoranti, trattorie e bar ma anche bed & breakfast e negozi di artigianato locale. La foto sul ponte ovviamente è un must.

Per aggiungere qualcosa alla stessa giornata o al weekend potreste farvi una passeggiata sul Lago di Bolsena e nella stessa Bolsena. Oppure visitare la bellissima città di Orvieto (Umbria – vedi l’articolo nella regione Umbria https://www.sarabucefalo.it/2021/08/23/umbria/)

GAETA, SPERLONGA E PONZA IN 3 GIORNI

DAY 1: GAETA
DAY 2: SPIAGGE E SPERLONGA
DAY 3: PONZA

GAETA

Avete voglia di andare al mare nel Lazio in un bel posto? Credo questi suggerimenti facciano al caso vostro.
Gaeta, conosciuta come “la città delle cento chiese”, piena di storia dai romani alla seconda guerra mondiale.
Si può iniziare sicuramente con una bella passeggiata lungomare per arrivare al Castello Aragonese e il Castello Angioino. Tornando indietro si può visitare la Chiesa di San Giovanni a Mare e salire verso il famoso Tempio di San Francesco. Si tratta probabilmente di una delle chiese più belle della città che gode anche di una vista mozzafiato.


Se avete voglia di un po’ di natura bisogna andare su Monte Orlando e andare alla Montagna Spaccata che si trova vicino alla Chiesa Santuario della Ss. Trinità, un’imponente parete rocciosa spaccata con scalini che portano a una cappella sul mare dedicata a un santo del XVI secolo.
Su Monte Orlando ci sono molti sentierini che portano a vari punti panoramici davvero meritevoli e molti di questi sono segnati su Google Map.

Il Vecchio e il Mare

Se invece avete voglia di mare io sono stata alla Spiaggia dei 300 scalini, e il nome dice tutto, ma la spiaggia d’oro e il mare pulito vi faranno venire la voglia di scarpinare. Una spiaggia molto carina è anche quella vicina chiamata dell’Arenauta. Queste spiagge mi sono piaciute perché hanno delle alte pareti rocciose e hanno la vegetazione che arriva quasi sul mare che sembra di essere in qualche spiaggia all’estero. Si parcheggia lungo la strada principale e si scende. La spiaggia è libera ma provvista di alcune zone attrezzate con bar e servizi.

DOVE DORMIRE: Il vecchio e il mare B&B mi è sembrata un’ottima soluzione, sia dal punto di vista estetico, perché sono camere in un edificio del ‘700 che hanno dei terrazzi con una vista meravigliosa sulla città e sul mare, sia dal punto di vista della comodità perché si raggiunge tutto a piedi in poco tempo.

SPERLONGA

Tra i borghi più belli d’Italia abbiamo sicuramente Sperlonga, piccolo centro storico affascinante pieno di chiesette e via affascinanti. È conosciuta come la città delle 4 torri costruite a scopo difensivo contro i Saraceni. Non potete neanche perdervi la visita della Villa e della Grotta di Tiberio la cui entrata costa 5 euro.
Le spiagge sono sia libere che attrezzate e il centro offre varie possibilità per soggiornare, dagli Hotel, ai B&B, ai Residence.

Non ho posti particolari dove dormire da suggerire, perché avevo l’alloggio nella vicina Gaeta (vedi sopra).

PONZA

COME ARRIVARE E COSA VEDERE: la bella isola è collegata alla terraferma con i traghetti o aliscafi che partono da Formia e Terracina (anche Anzio e Circeo in estate). Il prezzo a persona può andare dalle 10 euro a tratta o 20, dipende ovviamente se è una nave veloce o meno. C’è la possibilità di imbarcare anche la macchina con un prezzo aggiuntivo, ma consiglio di noleggiare un motorino una volta arrivati per evitare problemi di parcheggio e per muovervi con molta più libertà. Io in bassa stagione lo avevo pagato sui 25 euro per tutto il giorno. Il giro dell’isola si può fare benissimo in un giorno a meno che non si vogliano visitare per filo e per segno tutte le spiagge e godersi un po’ di relax. Le spiagge sono davvero tutte meritevoli ma non dimenticatevi le scarpe da ginnastica perché in alcune bisogna scendere e poi risalire!

2 commenti

Rispondi a Much Photos Watch Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.