ITALIA

LA MIA SECONDA CASA: L’EMILIA ROMAGNA

Non so se trascorro più tempo in questa regione o nelle mie Marche… Ma l’Emilia Romagna è una regione molto completa, dove si può passare dal mare alla montagna, dalla movida più famosa d’Italia al relax totale.

Se si vuole trascorrere una piacevole vacanza con la famiglia e i bambini piccoli, le spiagge della Romagna sono perfette e super attrezzate per questo, ma credo che Cattolica sia il posto migliore: piccola, ma super efficace, piena di hotel e spiagge con piscine, animazione, feste e locali.

DOVE CENARE? in tutti i ristoranti si mangia molto bene, ho un debole per i primi di pesce fatti a Il Garbino, Il Faro, Gente di Mare e per la pizza de La Stazione
DOVE DORMIRE? è pieno di hotel alla portata di tutti proprio sul mare, alcuni di loro anche con SPA e accesso diretto al mare.

Se si è una comitiva di amici e si vuole fare una vacanza più movimentata ovviamente non posso non citare Rimini e Milano Marittima, con le sue spiagge e la musica alta già dal primo pomeriggio. Per la notte invece, tra i giovani sono obbligatorie le più famose discoteche della Romagna, come il Cocoricò, La Villa delle Rose e il Peter Pan.

DOVE MANGIARE? Tra i ristoranti meritevoli nella zona di Rimini posso consigliare, sempre secondo i miei gusti: il Sushi Rainbow, il Sotto Sale, Esse Romagnola, Club Nautico e Chi Burdlaz.

RELAX: siccome adoro anche rilassarmi nelle spa mi sento di consigliare anche l’I-Suite, Le Rose Spa, l’Atlantic Hotel e il Grand Hotel (tutti a Rimini, in quanto è la zona da me più frequentata)

COSA SUGGERISCO DI VEDERE

  • Repubblica di San Marino: non si può passare in Emilia Romagna senza passare per di qua. Caratteristico è ovviamente il suo castello in cima alla montagna dalla quale si può ammirare un panorama di 360 gradi. Per visitare la città alta basta lasciare la macchina in uno dei parcheggi a pagamento che si trovano lungo la strada e muoversi a piedi. Una volta entrati nella mura vi immergerete in un’atmosfera piena di storia e di bellezze artistiche: il Palazzo Pubblico, la Chiesa di San Francesco, la Basilica del Santo e le 3 Torri che si trovano a picco sul Monte Titano.

DOVE MANGIARE? Tra i ristoranti per me meritevoli posso citare Il Ritrovo dei Lavoratori, e La Terrazza, che sono proprio in centro e hanno una vista meravigliosa sulla Carpegna, il Sem Caffè invece per scendere verso Dogana (nella zona bassa) e poco fuori l’Agriturismo Le Calastre e Ristorante Savioli.

Sem Caffè
  • Bologna, capoluogo della regione, vivace e antico allo stesso tempo. Consiglio di muoversi a Bologna con l’autobus e a piedi. I mezzi di trasporto sono molto efficienti e collegano bene anche la stazione dei treni con l’aeroporto (altrimenti il taxi ha un costo di circa 15 euro quindi se siete 3 o più persone lo consiglio).
    Il centro dalla Stazione è raggiungibile a piedi con 1 km di camminata.

A Bologna potrete partire da Via Indipendenza, caratteristica per i suoi porticati e negozi dove venerdì e sabato potrete imbattervi anche nel Mercato della Montagnola, passate poi per Piazza del Nettuno, poi finalmente potrete arrivare a Piazza Maggiore e alla Basilica di San Petronio (chiesa principale della città). Da lì potete partire alla volta del Mercato Antico e delle Torre degli Asinelli, sulla quale potrete salire per vedere la città dall’alto (eccetto gli studenti perché una tradizione vieta di salire se non si è già laureati, perché porterebbe male) e per finire Piazza Santo Stefano.

DOVE DORMIRE? io ho soggiornato al B&B Vista Luca (trovato nel sito Bed and Breakfast) al costo di 50 euro a persona con colazione, struttura pulita e semplice, vicinissima al centro. Se arrivate in macchina, la via non si trova nella zona traffico limitato, quindi andate pure tranquilli, ma dovrete pagare il parcheggio.

DOVE MANGIARE? Cantina Bentivoglio (prezzo medio 30-35 euro a persona), Ca’ Pelletti (prezzo medio 25-30).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *