AFRICA

LA MIA SETTIMANA DI RELAX IN EGITTO

  • PERIODO: 20-27 aprile 2014
  • TEMPERATURA: dai 18 ai 30 gradi
  • MONETA: sterlina egiziana, 1 EGP = 0,05 €
  • AEROPORTO: Marsa Alam
  • VOLO: prenotazione effettuata con agenzia – Neos
  • PERNOTTAMENTO: prenotazione effettuata tramite agenzia

Siamo partiti dal Bologna con un volo diretto per Marsa Alam, durante la settimana di Pasqua e anche del mio compleanno. Inizialmente dovevamo trascorrere le vacanze a Sharm El Sheikh, ma per i soliti problemi e pericoli l’agenzia di viaggi con cui abbiamo prenotato ci ha spostati in una parte più tranquilla dell’Egitto.

È un viaggio che mi è stato regalato quindi non so niente riguardo i costi della struttura e del volo. Con certezza so che è stata una settimana di relax a pancia all’aria sui lettini dell’Elphistone Resort (facendo delle ricerche con Booking ho notato che più o meno una settimana all inclusive può venire sulle 500€). Per fare una vacanza del genere deve piacere molto la vita di mare, altrimenti si soffre per il dolce far niente. Io comunque, ferma non ci sono stata neanche lì.

COME PASSARE IL TEMPO
Ho passato le giornate a prendere il sole, a fare tutti i giochi possibili organizzati dagli animatori italiani del villaggio, a fare snorkeling sulla barriera corallina e ad esplorare il nulla che circondava il Resort.

Si può partecipare anche alle tante escursioni che organizzano, noi ad esempio ci siamo fatti una giornata intera sulla bellissima spiaggia di Abu Dabab che abbiamo raggiunto con i quod passando per il deserto: in ogni villaggio organizzano delle escursioni, sta a voi scegliere quella che più vi interessa.

La più bella che ho fatto però è stata quella a Luxor che ha occupato un’intera giornata, dalla partenza all’alba al ritorno la sera tardi (costo tra le 100-150€ a persona). Siamo partiti dal villaggio con un pullman che ci ha portati verso Luxor, città sul Nilo. Qui abbiamo visto i due più grandi monumenti superstiti dell’antico Egitto: il Tempio di Luxor, la cui entrata è caratterizzata da un viale fiancheggiato da entrambe le parti dalle sfingi e ci si ritrova circondati da statue di faraoni e da colonne possenti ricoperte di geroglifici e poi la Valle dei Re, sito archeologico situato nell’antica Tebe che ospita le tombe sotterranee di alcuni faraoni (tra cui Seti, Tutankhamon e Ramses VI).

Il mondo egizio mi ha sempre affascinato, quindi ritrovarsi in mezzo alla maestosità e imponenza delle loro opere e stata una delle cose più emozionanti che potessi fare. Mi è dispiaciuto tantissimo di non essere potuta andare a Giza per vedere le piramidi, sia per la lontananza da Marsa Alam, sia per la poca sicurezza di quel periodo, ma è sicuramente una delle mie prossime mete future. L’escursione è proseguita con una piccola crociera sul fiume Nilo e con la visita ai Colossi di Memnone durante l’ora del tramonto.

Un altro modo per passare il tempo è quello di uscire dal Resort con un taxi e di raggiungere la città di Marsa Alam dove potete fare una bellissima passeggiata tra le sue vie, i suoi negozi, i ristoranti e il porto.

Così tra una cosa e l’altra si è conclusa la mia settimana in Egitto che mi ha portata ancora più curiosità verso la sua storia e verso il suo popolo e a progettare il mio ritorno alla volta delle piramidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *