ITALIA

DOVE SONO STATA IN TOSCANA

I TRE GRANDI CLASSICI: FIRENZE, SIENA E PISA

CHIANTI

VAL D’ORCIA

Innamorata di questa regione è a dir poco, ma alla fine qualsiasi posto o città si visiti ci si lascia sempre gli occhi e il cuore. Qui però si mangia anche molto bene e si può gustare del buon vino. La Toscana spesso è da me frequentata anche per le terme e per le spa.
A seguire una guida dei posti in Toscana e alcuni miei suggerimenti.

I TRE GRANDI CLASSICI: FIRENZE, SIENA E PISA

  • Firenze. La città delle tre corone, Dante, Petrarca e Boccaccio; la città della cultura, della letteratura, dell’arte e dell’architettura rinascimentale. Quando arrivate a Firenze consiglio di lasciare la macchina in uno dei parcheggi a pagamento giornalieri e farla tutta a piedi, se invece arrivate in treno ancora meglio in quanto la stazione è centralissima. Per raggiungere il centro in ogni caso passerete davanti alla Basilica di Santa Maria Novella. A seguire troverete la Chiesa di Santa Maria Maggiore, il Battistero di San Giovanni in Piazza Duomo con l’imponente Cattedrale di Santa Maria del Fiore, con la sua sbalorditiva Cupola del Brunelleschi e la torre campanaria ovvero il Campanile di Giotto, sulla quale si può salire per gustare la città dall’alto, ma preparatevi alle file chilometriche dei turisti soprattutto nel weekend. Scendendo poi, passando anche attraverso Piazza della Repubblica si arriva a Piazza della Signoria che ospita i capolavori dell’arte come il Monumento equestre di Cosimo I, la Fontana del Nettuno, il David di Michelangelo e altre statue allineate di fronte a Palazzo Vecchio. Sempre scendendo troviamo la Galleria degli Uffizi (dai 12 ai 20€) e anche qui la fila dei turisti è abbastanza problematica, soprattutto dei mesi estivi e nei weekend. Per finire in zona abbiamo Ponte Vecchio che attraversa il fiume Arno. Il ponte su entrambi i lati ospita delle botteghe e negozi interrotti poi dalla statua di Benvenuto Cellini (scultore, orafo e scrittore fiorentino). Per ammirare il ponte da lontano si può andare sul Lungarno dove si passa sotto al Corridoio Vasariano e anche qui troverete la fila di turisti per fare una delle foto più gettonate di Firenze con il Ponte Vecchio sullo sfondo. Un po’ più lontano abbiamo il balcone di Firenze, cioè Piazza di Michelangelo, che consiglio di raggiungere tramite gli autobus, ma se avete voglia di camminare molto anche a piedi.

Dove mangiare? Non posso non consigliarvi: l’Antico Vinaio e La Prosciutteria, I Tuscani2, La Ménagère e Caffè Artigianale per la colazione.

Dove dormire? Io personalmente mi sono trovata molto bene con la catena di NH hotel che d’estate offe una bellissima terrazza panoramica su Firenze, con piscina e piano bar o all’Anglo American sempre di NH.

CRETE SENESI
  • Siena, altra bellissima città della toscana, famosa per la bellissima Piazza del Campo, nella quale tutti gli anni per due volte l’anno si svolge il famosissimo Palio di Siena (anche se non sono molto d’accordo con la corsa a cavallo fatta mettendo in pericolo la vita di questi poveri animali e anche dei fantini stessi). Simboli della città sono anche il Duomo e il Palazzo Pubblico con la Torre del Mangia.

    Se invece volete vedere uno spettacolo naturale dovete prendere la macchina e andare a godervi il panorama sulle Crete Senesi in particolare all’agriturismo Baccoleno: qui si parcheggia lungo la strada e si prende il sentierino che va sulla collinetta per ammirare il paesaggio… mi raccomando state attenti quando ci sono i campi coltivati!
    Tutto il territorio delle Crete Senesi è comunque caratterizzato da viali di cipressi molto belli e molto instagrammabili.
  • Pisa, piccola città toscana ma davvero di effetto per la sua Torre pendente conosciuta in tutto il mondo, che si trova all’interno della bella Piazza dei Miracoli. Gli altri monumenti che si possono ammirare nella Piazza sono la Cattedrale e il Battistero. Li vicino si può raggiungere anche il cimitero monumentale, il Campo Santo, o farsi una semplice e affascinante passeggiata lungo il fiume e tra i suoi negozi.

CHIANTI

Quest’area della Toscana è molto apprezzata per i vini ma anche perché è una delle più conosciute al mondo. Anche qui ci sono dei Borghi da brividi per la loro bellezza, ad esempio sono rimasta incantata da Monteriggioni, Borgo medievale della provincia di Siena. Devo anche nominare Panzano in Chianti, Greve in Chianti (dove abbiamo mangiato e bevuto da dio all’Antica Macelleria Cecchini) e Montefioralle (tutti posti che io stessa ho visitato). Quando tornerò in questo posto meraviglioso (dato che è in programma) sarò felice di rinnovare la lista.

VAL D’ORCIA

I Borghi più belli da visitare sono senza ombra di dubbio: San Quirico d’Orcia, Castiglione d’Orcia, Bagno Vignoni, Pienza, Montalcino e Monticchiello.

Tra gli spot più instagrammabili invece mi sento di nominare: Cappella della Madonna di Vitaleta, I cipressi di San Quirico, l’agriturismo Poggio Covili, I cipressini, la meravigliosa Abbazia di San Galgano e gli stessi borghi menzionati prima. Tutti sono segnati su maps con questi nomi quindi si trovano facilmente.

RELAX:

  • Adler Spa Resort Thermae (Bagno Vignoni) che è una delle spa più belle e più grandi che abbia mai visto totalmente immerse nella natura. Il costo è altino perché avevamo speso 150 euro in due, più diversi servizi aggiuntivi, senza pasti senza niente.
  • GRATUITO: terme naturali di San Filippo in Val d’Orcia. Si trovano benissimo con Maps e si parcheggia lungo la strada a pagamento. Prima di scendere trovate un bar per poter prendere acqua e cibo perché poi non troverete nulla: infatti dovete portarvi tutto l’occorrente per cambiarvi e se andate d’inverno non bagnatevi i capelli perché poi non avete nulla per asciugarli.
  • GRATUITO: le Cascate del Mulino (Saturnia) che non sono nel territorio della Val d’Orcia ma sono ottime per rilassarsi e vivere la natura circostante. Queste sono molto più grandi di quelle descritte sopra ma anche più frequentate perché molto più conosciute e prese d’assalto dai turisti italiani e stranieri. Per lasciare l’auto non ci sono problemi, dato che c’è un grosso parcheggio libero ma pieno di buche. Ci sono anche dei bar e ristoranti con delle docce a pagamento.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *