ITALIA

CAMPANIA DA SCOPRIRE

NAPOLI: bellissima città sul golfo e vicino al Vesuvio. A Napoli è d’obbligo passeggiare per il centro storico, fermarsi a mangiare la vera pizza napoletana e l’infinità di dolci che vi troverete camminando per le vie. Ci sono dei quartieri che meritano di essere visitati centimetro per centimetro. Non potrà mancare Piazza del Plebiscito, il Parco del Virgiliano a strapiombo sul mare, il Monastero di Santa Chiara, il Museo Cappella Sansevero e il Castel Sant’Elmo e San Martino da cui si ha anche un bellissimo panorama. Altri punti panoramici dalla quale si può vedere la bella Napoli sono l’Eremo dei Camaldoli (485 m. sopra il livello del mare) e Posillipo, da vera e propria immagine da cartolina.

A Napoli il miglior mezzo per spostarsi sono le gambe, al massimo si può optare anche per la metropolitana o anche per i treni se si deve raggiungere qualche zona periferica.
Per raggiungere le varie isole circostanti invece, partono di continuo traghetti ed aliscafi dal porto di Napoli.

Dove dormire: vicino alla stazione è molto comodo Re Carlo, oppure verso il porto abbiamo il B&B La Tela Bianca

Dove mangiare: i ristoranti in cui ho mangiato sono A Canzuncella (che metto in cima alla lista per l’atmosfera tipica che si respira); Trattoria del Golfo vicino al porto; Re di Napoli sul lungomare; da Nennella dove ci si catapulta nella tipica trattoria e nel tipico caos napoletano.

Una volta nella zona non possono mancare all’appello ERCOLANO e POMPEI, le due antiche città rimaste sepolte dalla cenere dell’eruzione del Vesuvio del 79 D.C. (insieme da 30 euro in su). Costo di ingresso: rispettivamente 12 euro e 15 euro. All’entrata è possibile trovare delle guide che ti accompagnano (ovviamente a pagamento) senza le quali non si capirebbe quasi niente di quello che si vede, quindi le consiglio se siete interessati a questi siti.

VESUVIO: a due passi da Ercolano c’è il Parco del Vesuvio con vari sentieri che si possono fare, gratuiti e a pagamento. Tra i più belli abbiamo il sentiero n.5 chiamato il Gran Cono del Vesuvio perché ovviamente è quello che permette di camminare sul cono del vulcano. La macchina si può lasciare lungo la strada (anche perché ad un certo punto si interrompe) e si prosegue con una navetta (2 euro andata e ritorno). L’entrata al sentiero costa 12 euro ma NON si può fare in loco: solo ed esclusivamente su Vivaticket (consultare comunque il sito web del parco).

PAESTUM: non lontano da Napoli c’è il bellissimo sito archeologico di Paestum, anche questo ad un costo di 12 euro e la possibilità di prendere una guida a pagamento.
A Paestum abbondano anche le masserie che si occupano della produzione delle mozzarelle, che ti danno la possibilità di vedere le varie fasi della produzione e la possibilità di pranzare con tutti i loro prodotti tipici. Io personalmente sono stata alla Masseria La Lupata.

Dove mangiare: Masseria La Lupata e Azienda Agricola San Salvatore

CILENTO: parco montuoso della Campania dove ci sono diverse attività da poter fare, ad esempio io sono stata a fare rafting vicino a Postiglione per poi proseguire con la visita alle Grotte di Castelcivita (30 euro il rafting e 15 euro l’escursione base di un’ora alle grotte).
Nel Cilento ci sono anche diverse spiagge meritevoli. Le mie preferite sono La Baia del Buondormire (raggiungibile solo via mare con barche o pedalò), e tutte le spiaggette intorno a Marina di Camerota (una più bella dell’altra) raggiungibili tramite sentieri o tramite barche.

COSTIERA AMALFITANA: POSITANO e AMALFI le due perle di questo tratto di costa. Sono una più bella dell’altra ma ho un debole per Positano con le sue case e hotel dai mille colori che si arrampicano sulla roccia della montagna. Non c’è qualcosa di preciso che bisogna vedere a Positano e ad Amalfi, bisogna semplicemente passeggiare per le strette vie del centro e ammirare la bellezza e le particolarità che vi circondano.

Amalfi
Positano

DOVE HO DORMITO? A Positano ho dormito in un B&B davvero meritevole, con un rapporto qualità prezzo incredibile: Casa Cuccaro a circa 60€ a notte in camera doppia i primi giorni di ottobre (era ancora molto caldo). Questo posto offre delle camere con dei terrazzi sul mare e su Positano e una terrazza grandissima in comune per la colazione che ha la vista migliore. Questo alloggio rimane fuori dal centro di Positano, ma è meglio in quanto i costi in centro o vicino al centro sono esagerati, inoltre non c’è posto per lasciare la macchina e ti ritrovi a spendere anche più di 20€ al giorno per il parcheggio. Consiglio quindi di prendere un alloggio leggermente fuori e spostarvi con le navette che sono efficientissime ed economiche (1,50€ a tratta).

Da Positano è d’obbligo il Sentiero degli Dei, una bellissima camminata che collega la città con Bomerano, totalmente immerso nella natura, lungo circa 10 km con un tempo di percorrenza di 4 ore e mezza. Io ho iniziato il percorso da Nocelle (dove avevo il B&B) e mi sono risparmiata i 1500 gradini di Positano e circa 3km. Armatevi di scarpe da ginnastica e una tuta comoda, sarà una dei panorami più belli che potete vedere nella vita. Alla fine del sentiero potrete prendere i mezzi pubblici e andare dove volete.

CAPRI: isola nel Golfo di Napoli, famosa per negozi esclusivi e per le case dei vips. In un giorno a Capri consiglio di vedere il centro del paese e arrivare fino ai faraglioni o di ammirali dai Giardini di Augusto. Inoltre si può prendere da Marina Grande un gommone privato per fare una bella escursione e raggiungere le spiagge e le calette difficilmente raggiungibili. Altrimenti ci sono anche le uscite organizzate con le barche più grandi insieme ad altre persone. Se non volete correre potete evitare le lunghe escursioni in barca per godervi di più la bellezza del paese e magari fare una mini escursione alla Grotta Azzurra: con delle minuscole barchette da 3/4 posti entrerete in questa grotta marina con un’apertura parzialmente sommersa dal mare dove il colore dell’acqua è di un azzurro intenso per via della luce che filtra da questa cavità (14€ a persona).
Si può pensare anche di noleggiare un motorino il cui prezzo varia ovviamente in base alla stagione.

dove mangiare: io ho scelto di fare un pranzo cheap facendo un buonissimo panino alla caprese nel supermercato Da Aldo, proprio lì vicino al porto.

ISCHIA: Impossibile da vedere tutta in giornata, quindi bisogna fare delle selezioni sulle cose da vedere e decidere con che mezzo spostarsi: taxi, motorino o autobus. Io personalmente mi sono affidata a Ischia Hiking che mi ha organizzato una giornata super intensa nella parte sud-orientale dell’isola. Con il loro minivan ci hanno portato a prendere un sentiero nei pressi di Monte di Panza e siamo scesi alla bellissima Baia Pelara. In seguito ci siamo fermati per pranzare in un ristorante davvero meritevole: Punta Chiarito Resort. Da lì siamo subito scesi a Sorgeto, spiaggia in cui arrivano le acque termali addirittura ad una temperatura di 100 gradi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *