ITALIA,  MARCHE

ANCONA E LA RIVIERA DEL CONERO

Il miei posti preferiti nelle Marche si trovano prevalentemente in questo articolo. Vi ricordo che la maggior parte delle mie storie su Instagram sono fatte in questi posti meravigliosi e le ho lasciate in evidenza.

ANCONA E LE SUE SPIAGGE

SIROLO E NUMANA

SPIAGGE DEL CONERO

IL PASSETTO DI ANCONA

ANCONA E LE SUE SPIAGGE

ANCONA

Ancona, capoluogo dell’omonima provincia marchigiana, grandissima città famosa anche per il suo porto molto importante: sorge su un promontorio a forma di “gomito piegato” formato dalle pendici del Monte Conero. Dal 1532 sino all’Unità d’Italia fu parte dello Stato della Chiesa ma le sue origini sono greche, questo è ricordato dall’appellativo che le è attribuito comunemente: “città dorica”.
I luoghi più importanti della città, guarda caso stanno proprio in punti strategici e panoramici del promontorio.
Iniziamo con il dire che il Duomo di Ancona non si trova al centro della piazza come lo è per quasi tutte le città italiano ma si trova proprio sul cucuzzolo del colle con una vista meravigliosa sul porto d’Ancona dalla quale è d’obbligo godersi un tramonto. Il Duomo di San Ciriaco è una fusione tra l’arte romana e quella bizantina.
Passiamo poi all’Arco di Traiano e Il Lazzaretto che dominano invece sul porto. Il primo, si erge proprio sul molo che l’imperatore volle a protezione del porto. Il secondo invece, singolare e vastissima costruzione pentagonale, è costruita all’interno del porto su un’isola artificiale: se si vede dall’alto è una cosa pazzesca. Anche in questa zona meritano i tramonti soprattutto facendo una passeggiata fino al faro che ha riaperto da pochissimo, che si chiama Lanterna Rossa. Tra i vari tramonti che suggerisco c’è anche quello al porto turistico, zona in cui ci sono anche bar e ristoranti per fare l’aperitivo o la cena.
Altro monumento su una posizione davvero imponente è il Passetto di Ancona, un monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale, adatto per ammirare il mare da in alto, o farsi tutta la scalinata per scendere di sotto e camminare tra i grottini scavati nella roccia dai pescatori. Questo posto è invece molto adatto per ammirare l’alba dato che il sole nasce proprio dal mare, soprattutto dalla Seggiola del Papa, uno scoglio che si trova proprio infondo infondo alla passeggiata del passetto, dopo tutti i grottini Anche il centro è meritevole, come ad esempio Piazza del Plebiscito, che è una delle quattro piazze principali di Ancona (le altre sono Piazza della Repubblica, o del Teatro, Piazza Roma e Piazza Cavour): molto particolare per la sua forma rettangolare e su più livelli collegati da delle grosse scalinate.
Poi abbiamo la Fontana del Calamo detta anche Fontana delle Tredici Cannelle quante sono le cannelle d’acqua; la Chiesa di Santa Maria della Piazza in stile romanico dell’XI secolo e costruita sopra una chiesa paleocristiana del IV secolo; il Parco del Cardeto con una vista meravigliosa su alcune zone di Ancona e sul mare che si estende per 35 ettari nel verde comprende anche un cimitero ebraico ed un antico faro (vicino potrete trovare anche quello nuovo).

LE SPIAGGE DI ANCONA

Oltre la Spiaggia del Passetto che ho menzionato prima (che è sia libera che attrezzata) devo parlare di altre spiagge come la Grotta Azzurra, raggiungibile dal sentiero che porta il suo nome, che parte da in cima Ancona e scende comodamente fino ad arrivare a delle rocce bianche su cui è possibile stendersi e anche qui sono presenti numerosi grottini dei pescatori alla base del monte.
Passiamo alla spiaggia degli Scogli Lunghi che però ha un sentiero davvero ripido e complicato quindi sono obbligatorie delle buone scarpe per percorrere il Sentiero della Fonte. L’unica pecca di queste spiagge è che possono essere un po’ sporche perché sono molto wild e poco frequentate quindi non c’è nessuno che va a raccogliere i rifiuti portati dal mare (attenzione comunque che siete già dentro il Parco del Conero, ma sono spiagge molto vicine alla città di Ancona).
Anche Spiaggia della Saleccia è già dentro il Parco del Conero ma molto più vicina ad Ancona; anche questa è raggiungibile con il Sentiero della Saleccia di quasi 2 km: si prende dal cimitero di Pietralacroce.
Per concludere perché poi ci addentriamo nel pieno del Parco del Conero c’è la Spiaggia della Vedova che si raggiunge tramite l’omonimo sentiero n. 312 che parte vicino da Osteria della Vedova.
Tutti questi sono sentieri che al ritorno potrebbero essere molto stancanti e scivolosi in alcuni punti quindi andate con delle buone scarpe da ginnastica.

SIROLO E NUMANA

LE PERLE DEL CONERO: SIROLO E NUMANA

  • SIROLO, bellissimo paesino sul Conero che da tantissimi ormai porta la Bandiera Blu perché ha le spiagge più blu dell’Adriatico. Il centro è piccolo ma davvero molto romantico, di origine medievale, con la Piazzetta vista mare che è una vera e propria terrazza. Si possono anche ammirare la Chiesa di San Nicolò da Bari e il Teatro Cortesi. La cosa più bella rimane però ammirare il mare e perdersi tra i suoi vicoli.
    Sirolo ha delle spiagge bellissime che si possono raggiungere tramite sentieri che attraversano la pineta o navette: Spiaggia di San Michele, Spiaggia Sassi Neri, Spiaggia Urbani, sono sia libere che attrezzate.
    Oltre il mare rimane da vedere l’Abbadia di San Pietro al Conero, Antico Eremo risalente agli anni 1000, a 450metri di quota. Oggi resta la Chiesa romanica, la torre campanaria e l’antico monastero che è stato trasformato in hotel.
    Da Sirolo partono anche diversi sentieri che si addentrano nel Parco, sono consultabili sul sito: i sentieri del parco.
    DOVE MANGIARE? per mangiare veloce in centro consiglio Panino un bel po’ dove fanno degli ottimi hamburger di pesce.
    Per mangiare qualcosa vicino al mare il famoso Da Silvio.
    Per qualcosa invece di più rilassante e magari per un’occasione consiglio Villa Clelia (link alla fine) e Ristorante Della Rosa.
  • NUMANA, si trova proprio a qualche km da Sirolo quindi sono facilmente visitabili insieme: potete parcheggiare fuori dal centro (in qualsiasi periodo i parcheggi sono tutti a pagamento, anche a Sirolo) e andare verso il centro con una bellissima camminata, arrivando fino alla bella terrazza sul mare dove domina L’Arco di Torre, simbolo di Numana, unico resto medioevale di questa antichissima città che ha origine incerte (si pensa ad un antico resto di chiesa o ad una torre per avvistare i nemici). Da questa Piazzetta della Torre potrete ammirare un paesaggio davvero unico e di locali per bere un caffè o fare un aperitivo avrete l’imbarazzo della scelta.
    Facendo questa camminata poco prima vi sarete imbattuti nella Statua del Pescatore, il classico lupo di mare.
    Poco prima abbiamo il centro con la piazza principale e il Palazzo Comunale.
    Un altra zona molto romantica e suggestiva di Numana è la Costarella, una scalinata ricca di fiori che collega la parte alta del paese al porticciolo turistico e al lungomare di Numana bassa.
    Se avete ancora voglia di panorami allora dovrete arrivare a Piazza Nuova, un’oasi di tranquillità immersa nel verde e una splendida terrazza panoramica e una panchina dell’amore.
    Le spiagge di Numana sono la Spiaggia del Frate e La Spiaggiola per cui conviene parcheggiare nei dintorni del porto turistico o nel maxi parcheggio all’ingresso del centro storico con tariffa agevolata giornaliera per poi raggiungerle tramite un sentiero da Piazza Nuova e, infine, abbiamo la spiaggia di Marcelli.

DOVE MANGIARE? Per una pranzo o una cena con i fiocchi devo parlarvi de La Torre di Numana, un ristorante sul mare e sul porto con una bellissima terrazza all’aperto perfetto per la sera. È un ristorante di alto livello dove si mangia ottimo pesce. Non ne rimarrete assolutamente delusi, vi lascio qualche foto per sbirciare!

LE SPIAGGE DEL CONERO

LE SPIAGGE DEL CONERO

D’estate non mi posso far mancare queste spiagge selvagge e bagnate da un mare azzurro intenso. Le spiagge da annoverare sono:
Mezzavalle (sentiero molto ripido da percorrere, non andate con le ciabatte, con i bambini piccoli e carichi di roba). State attenti a non parcheggiare dove ci sono i divieti perché fanno sempre le multe, non aspettano altro! D’estate apre un campo che permette di parcheggiare al costo di 5 euro al giorno ed è davvero vicino.
Baia di Portonovo: i parcheggi sono a pagamento nella stagione estiva e i posti sono pochissimi! Il weekend conviene davvero non scendere con la macchina perché potreste rimanere bloccati sotto il sole (questo discorso è valido soprattutto durante tutti i giorni di agosto). Conviene parcheggiare in cima, a pagamento, vicino alla rotatoria e scendere con una navetta gratuita che passa ogni 20 minuti.
Una volta scesi potete fermarvi nelle spiagge di Portonovo, sia libere che attrezzate, oppure potete arrivare allo scoglio della Vela se avete voglia di fare qualche tuffo e stare più in pace. Raccomando di portarvi via tutti i vostri rifiuti per non rovinare la bellezza di queste spiagge o di utilizzare gli appositi cestini (che in alcuni punti sono più difficili da trovare).
Troverete anche diversi bar e ristoranti dove mangiare e anche un noleggio kayak e sup (Conero Style) aperto dalle 9 alle 18.
– la Spiaggia dei Sassi bianchi, la Spiaggia dei Gabbiani e Cava Davanzali sono le tre spiagge raggiungibili solo via mare che si trovano tra Portonovo e Le Due Sorelle.
– La spiaggia de Le Due Sorelle è la più famosa, ma non per questo la più bella: anche questa è raggiungibile solo via mare poiché il Passo del Lupo (un sentiero) è stato chiuso ormai da anni perché abbastanza pericoloso. I traghetti durante il periodo estivo che portano a questa spiaggia partono dal porto di Numana tutti i giorni alle 9.30, 10.30, 11.30, 14.30 e Il costo della gita è di 20€.
Altrimenti potete noleggiare dei gommoni che vanno dagli 110 ai 200 euro al giorno (benzina esclusa).
Altrimenti c’è l’opzione più faticosa, ma molto bella, quella della canoa o del sup, che possono essere noleggiati sia da Portonovo che da Sirolo (doppia 45 euro mezza giornata). Con quelli poi vi fermate dove volete!
– Ricordo poi le spiagge di Sirolo e Numana di cui vi ho parlato sopra: Spiaggia di San Michele, Spiaggia Sassi Neri, Spiaggia Urbani, Spiaggia del Frate, La Spiaggiola e Marcelli.
Il Monte Conero ormai è diventato anche molto frequentato dai ciclisti con l’e-bike per cui ci sono davvero tanti sentieri e strade, ma non sono informata a riguardo perché non ho mai provato.
PUNTI PANORAMICI: Belvedere di Portonovo, Belvedere Nord e Belvedere Sud, centro di Sirolo, terrazza di Numana.

PER VEDERE COS’ALTRO FARE NEI PARAGGI LEGGI ANCHE QUESTO: IL CORBEZZOLO E VILLA CLELIA

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.