EUROPA,  FRANCIA

TOUR CORSICA DI 8 GIORNI

  • PERIODO: dal 9 al 16 luglio 2018
  • TEMPERATURA: dai 18 ai 28 gradi
  • MONETA: euro
  • DOCUMENTO: carta d’identità
  • SPOSTAMENTO: prenotazione traghetto effettuata con Corsica Ferries
  • PERNOTTAMENTO: prenotazione effettuata con Booking
  • COSTO COMPLESSIVO DEL VIAGGIO: 700 € circa

La bellezza di questa isola è davvero inspiegabile. Ho decisamente rivalutato la Corsica in questo mio secondo viaggio e sapete perché?! Perché è stata una vacanza on the road: una notte in ogni posto per poterla girare quasi tutta in 8 giorni. L’isola è come se fosse divisa in due parti: la parte nord, totalmente selvaggia, con le sue spiagge meno affollate, piene di vegetazione, raggiungibili tramite sentieri e camminate. La parte sud invece, più turistica, con spiagge facilmente raggiungibili a due passi dai grandi parcheggi, attrezzate e con tanti locali dove poter mangiare. Io per non sbagliare ho fatto entrambe! Ma la parte nord mi è rimasta nel cuore, soprattutto le spiagge e i panorami sul “dito” della Corsica

STRUTTURA DEL VIAGGIO
Sono partita da Livorno con il traghetto della Corsica Ferries (2 persone e una macchina 145€!) e sono arrivata a Bastia. Da li ci siamo subito diretti sul dito della Corsica, più precisamente a Macinaggio dove avremmo dormito all’Hotel Marina d’Oro (80€ circa solo pernottamento). Quello stesso giorno e il giorno seguente siamo stati alla Spiaggia di Tamarone e alla bellissima Cala Genovese e Cala Francese, raggiungibili tramite il bellissimo Sentiero dei Doganieri di circa 20 minuti circondato dal verde e dal mare. Lungo il percorso potrete trovare anche le mucche che passeggiano in giro, se non addirittura sulla spiaggia. Sono delle spiagge abbastanza grosse di sabbia finissima di colore bianco e un mare cristallino.

Verso il tardo pomeriggio abbiamo ripreso la macchina e ci siamo spostati verso Saint Florent, costeggiando tutta la costa, più precisamente le scogliere a strapiombo sul mare, la strada è piena di curve e bisogna stare molto attenti ma ha dei panorami che non hanno paragoni. Durante il tragitto abbiamo assistito anche ad un bellissimo tramonto con il sole che cadeva dentro l’acqua.

A Saint Florent abbiamo dormito all’Hotel Thalassa (60€ circa solo prenottamento), il centro è molto carino, pieno di negozietti e locali dove si mangia del buon pesce.

Saleccia

Il giorno seguente, tramite un’escursione organizzata con una jeep-navetta abbiamo attraversato il Deserto delle Agriate (1 ora a tratta), caratteristico della macchia mediterranea e ci hanno lasciati sulla meravigliosa e selvaggia Spiaggia di Saleccia, dove non troverete nulla, solo sabbia bianca, acqua turchese e vegetazione. L’escursione è costata 25€ a persona, ci sono 3 orari da scegliere per l’andata e 3 orari per il ritorno e abbiamo prenotato tramite il sito www.saleccia-off-road.com. Portatevi acqua e cibo che l’unico bar presente (a 5-10 minuti di camminata dalla spiaggia) è molto costoso!

Licciola

La sera ci siamo messi in viaggio alla volta di Ile Rousse e ci siamo fermati per caso qualche km prima in un piccolo chiosco sulla scogliera, che per i miei gusti, è uno dei più bei posti che abbia visto con il giusto rapporto qualità-prezzo: quest’oasi si chiama Licciola.

A Isola Rossa abbiamo dormito in un mini appartamento molto semplice ed efficiente con una piscina in comune con gli altri clienti del Resort, davvero ben curata e molto carina.

Il giorno seguente ci siamo diretti alla Spiaggia di Ghjunchitu dove abbiamo trascorso in relax tutta la giornata con il nostro pranzo d’asporto (come gli altri giorni). Nel tardo pomeriggio ci siamo armati di buona volontà e siamo partiti alla volta di Porto Vecchio. Abbiamo deciso di saltare la parte di Ajaccio perché la strada a curve e molto lunga ci avrebbe portato via troppo tempo. Quindi abbiamo attraversato le montagne della Corsica e siamo andati sulla costa orientale dell’isola.

Per 4 notti abbiamo dormito al Residence Luna (nel nulla 460€) vicino a Porto Vecchio, quindi dovevamo spesso fare avanti e indietro ma purtroppo, essendo una zona molto turistica, non era rimasto quasi niente che rimanesse nel nostro budget. Quei quattro giorni nella Corsica del sud li abbiamo passati sulle spiagge tra Porto Vecchio e Bonifacio: Palombaggia, Spiaggia di Santa Giulia, Spiaggia della Rondinara e San Cipriano. Un giorno intero lo abbiamo dedicato all’escursione sull’Isola di Lavezzi: piccolo isolotto desertico (portatevi cibo e acqua) che si gira tutto a piedi e che ha delle calette incantevoli. Siamo partiti da Bonifacio con un traghetto che al ritorno ha costeggiato tutte le scogliere della punta sud della Corsica, per poi rientrare nell’ incantevole Bonifacio (costo 35€ a persona).

DA FARE ASSOLUTAMENTE A BONIFACIO:
– Visitare la bellissima città piena di locali, negozi e scorci meravigliosi sul mare

– Sentiero delle Falesie che parte subito fuori dalla città, offre un panorama incantevole sul mare, sui faraglioni e su Bonifacio.

– Scalinata del Re d’Aragona, con i suoi 300 scalini tra i faraglioni di Bonifacio: preparate la vostra mente e le vostre gambe per la risalita, ma tutto ne vale la pena (3€).

– Scalinata nei pressi di St. Roch che arriva alla Spiaggia de Sutta-Rocca.

Nel tornare verso Bastia per riprendere il traghetto ci siamo fermati in altri posticini come Tarcu e Sari-Solenzari, ma non suggerisco niente in particolare se non fare una visita al bellissimo fiume Solenzara che offre dei posti caratteristici per fare in bagno tra le montagne.

IN CONCLUSIONE…
La prossima volta che tornerò in Corsica, perché ci tornerò sicuramente anche per la terza volta, vorrei provare ad andare con il mio cane perché ho visto che sono ben accetti dappertutto, anche in moltissime spiagge.

Consiglio quest’isola per la bellezza delle sue spiagge, per la natura fresca e selvaggia circostante e per la vicinanza dall’Italia. Sarebbe un peccato fermarsi solo in un posto, quindi consiglio vivamente di programmare qualche tappa. Ho sentito dire anche dai motociclisti che la Corsica è molto bella anche da fare in moto per le strade e curve che ci sono nella parte nord-occidentale, ma la comodità della mia bella macchinina non me la toglie nessuno…

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *